Seguici

Ciao! Sono L8-M9, il tuo droide personale. Cosa stai cercando?

Pianetini
pubblico sanremo 2021
©Rai

TV

SANREMO 2021: NON TANTO BUONA LA PRIMA

La prima serata del Festival di Sanremo è andata. L’assenza del pubblico si è fatta sentire più di molte delle canzoni in gara, ma non più di Aiello. Lui è stato percepito anche da Venere.

Tempo di lettura: 3 minuti

L’Ariston vuoto, Aiello che urla come al mercato del pesce, Loredana Bertè spacca un Festival troppo lungo e a tratti privo di ritmo. Fiorello fa quel che può e Amadeus si aggrappa a lui ancor più dell’anno scorso. Ibrahimovic, colonna in campo, sul palco è un…”comodino”.
Insomma, la prima serata del Festival di Sanremo è andata. L’assenza del pubblico si è fatta sentire più di molte delle canzoni in gara, ma non più di Aiello. Lui è stato percepito anche da Venere.

Siamo un po’ tutti critici televisivi dinanzi Sanremo, diciamoci la verità. E lo sport nazionale si trasforma nel lamentarsi con maggior frequenza della noia che il Festival ci procura, quando dopo una lauta cena, spalmati su un accogliente divano, risulterebbe comodo per chiunque criticare e aggredire il lavoro altrui. La musica, lo spettacolo, le gag e il luogo comune “ma la musica dov’è” diventa famoso almeno quanto “il problema non è il caldo, ma l’umidità”.

Amadeus e Fiorello si immergono in questa difficile avventura di cinque serate, da soli, accompagnati esclusivamente dall’orchestra, in un coloratissimo Teatro Ariston dove, a volte, sembra più alto il volume del vuoto delle poltroncine che le note dettate dal maestro Vessicchio di turno.

ASCOLTI 2 MARZO 2021 SANREMO

La prima serata del Festival di Sanremo 2021, Sanremo Start nella fascia dalle 20.50 alle 21.31 ha raccolto 11.592.000 spettatori con il 38.73% di share, il Festival di Sanremo ha raggiunto invece 11.176.000 spettatori con il 46.35% di share nella prima parte (in onda dalle 21.36 alle 23.54) e 4.212.000 spettatori pari al 47.77% nella seconda parte (dalle 23.58 all’1.34).

LEGGI ANCHE > SANREMO 2021: LA SCALETTA DELLA PRIMA PUNTATA

AIELLO CHE URLA, LA BERTE’ CHE SPACCA

Per me è sempre difficile dare un giudizio alle canzoni, ma dopo tanti anni ho imparato. Troppo spesso mi è capitato di cantare in loop una canzone che al primo ascolto mi aveva fatto a dir poco rabbrividire. Qualche scivolone come Aiello o Ghemon non credo farà parte della mia playlist di Spotify nei prossimi mesi, ma forse è ancora troppo presto per dirlo. Le note risuonano ancora troppo giovani nelle mie orecchie.

Resta il fatto che il palco dell’Ariston è stato letteralmente “spaccato” dalla forte presenza scenica di Loredana Bertè. Il suo excursus nella sua storia musicale e il suo inedito “Figlia di….” (ndr. Loredana) ha posto un gap forse incolmabile con tutto quanto di inedito è stato proposto nella prima puntata. Achille Lauro, la sua arte e il suo esser unico, hanno fatto il resto.

NELLA SECONDA SERATA…“SI PUO’ DARE DI PIU”

Sanremo è uno show fatto di atmosfera e per quell’atmosfera è essenziale la presenza del pubblico. I suoi fischi, i suoi applausi, le sue standing ovation e soprattutto il suo calore. Tanto più Fiorello, animale da palco che, da sempre, grazie ai suoi monologhi, sfrutta tutto quanto la “fauna” presente in platea gli possa offrire. La struttura verticale del Festival è, però, a tratti lenta. Fin troppi sono i momenti assai ingessati da un punto di vista autorale.

La brava, bravissima, Matilda De Angelis ha fatto quello che poteva, dinanzi ad un Ibrahimovic a cui spero facciano presto cambiare registro. La gag del “qui comando io” può durare al più dieci minuti, prima di stancare tutti noi. Amadeus, direttore artistico, ha fatto in modo che alle 00.34 fossimo ancora all’ottavo artista su tredici. E un vero motivo di questo sbrodolamento, in realtà, non c’è. Credo sia davvero complicato gestire una kermesse come Sanremo senza il calore degli applausi. L’orchestra fa quel che può, ma il filtro delle mascherine permette ben poco. L’amicizia tra i due conduttori è palese, l’affetto spontaneo è trasparente e, mai come quest’anno credo, sia la vera forza di questo festival che, dopo questa serata, non può che migliorare in quanto a scorrevolezza e fluidità.

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Butta un occhio qui:

TRASH

Tra Mediaset e Rai non sappiamo quale catfight preferire

TRASH

Ilary Blasi, al comando dell’Isola dei Famosi, torna ad alleggerire le nostre serate. Tra divano, Twitter e la voglia di stare anche noi su...

TV

Gli ascolti nella serata in cui il rock ha trionfato

TV

Questa sera Amadeus e Fiorello decreteranno la canzone e l’artista vincitori di questa 71esima edizione del Festival della canzone italiana

TV

Gli ascolti della quarta serata di Sanremo 2021. Vince Gaudiano nella categorie Nuove Proposte.