Seguici

Ciao! Sono L8-M9, il tuo droide personale. Cosa stai cercando?

Pianetini
the falcon and the winter soldier marvel disney
©Disney / Marvel Studios

SERIE TV

The Falcon and The Winter Soldier: Recensione 1×02

Questa mattina è stata rilasciata la seconda puntata e noi vi diciamo la nostra “unpopular opinion”

Tempo di lettura: 3 minuti

La scorsa settimana, il debutto di The Falcon and The Winter Soldier ha mandato in tilt gli stream. La serie, infatti, è stata la più vista del servizio streaming Disney+. Un esito prevedibile dopo l’hype di WandaVision e, ancora di più, dopo il pesante lascito di Captain America in Avengers: Endgame. Questa mattina, il 26 marzo, è stata rilasciata la seconda puntata di The Falcon and The Winter Soldier e noi vi diciamo cosa ne pensiamo.

ATTENZIONE: SPOILER OVUNQUE 

UN CAPTAIN AMERICA FAKE

L’episodio si apre, ahimé, con l’introduzione del nuovo e finto Captain America. John Walker, un esemplare soldato americano, scelto dal governo per le sue numerose medaglie al valore e l’estremo coraggio. Ma basta davvero solo questo a far di qualcuno il nuovo Captain America? Anche lo stesso John sembra parecchio titubante, ma ha voglia di mettersi in gioco. E dopo una parata in suo onere nel suo vecchio liceo (perché mai?!), entra nel vivo dell’azione spalleggiato dall’amico Lemar Hoskins (aka Battlestar)
Quindi, chiunque, come me, avesse sperato che il finto Cap si limitasse ad una comparsata in costume di Halloween, bhè si sbagliava.

TERAPIA DI COPPIA

Anche Bucky, come me, non riesce a capacitarsi di ciò a cui sta assistendo. Non riesce a tollerare che uno sconosciuto vesta i panni del suo secolare amico. E quando Sam è in procinto di partire per una missione, forse per riuscire a pagare il mutuo, Bucky decide di aggregarsi pur di non restare con le mani in mano a rimuginare sul destino dello scudo. I due, insieme, ci regalano qualche nota di colore, ma più che una coppia di supereroi sembrano una coppia alla Sandra e Raimondo. Tanto che, alla fine, in terapia ci finiscono insieme.

LEGGI ANCHE > THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER: RECENSIONE 1×01

A parte qualche siparietto ironico tra Sam e Bucky, come la presa in giro sui soprannomi di quest’ultimo nel periodo in cui è stato in Wakanda – White Panter, White Wolf e ci manca solo White Vision – vediamo finalmente volare qualche pugno. L’entrata a sorpresa del finto Cap ci ha lasciati un po’ di stucco, speravamo rimanesse confinato alle pubbliche relazioni, e invece no. La missione dei “buoni” fallisce, ma non sembrano minimamente far caso alla cosa. Sam perde il fidato, e odiato da tutti, compagno Red Wing, mentre Bucky continua a pensare solo al destino dello scudo. Nello scontro, infatti, il finto Cap non riesce a dimostrarsi all’altezza del suo predecessore. E come mai potrebbe?!

I due eroi-non-tanto-eroi decidono di fare quindi una gita per andare a trovare un vecchio amico di Bucky, Isaiah Bradley (conosciuto nei fumetti come Captain America Nero), un anziano uomo di colore che si scopre essere stato potenziato come Steve Rogers, ma invece di diventare un eroe, è finito a fare la cavia da laboratorio. La Marvel, con questo spaccato, non ha voluto rinunciare a mettere letteralmente sotto i riflettori  il modo in cui vengono trattate le persone di colore da chi abbia un briciolo di potere, che sia il governo o la polizia.

I CATTIVI

Come ci hanno spiegato nel primo episodio, il mondo è a pezzi. Chi è tornato dopo il blip non riesce ancora ad adattarsi e trova voce nei Flag-Smasher che, questa volta ci viene spiegato un po’ meglio, vorrebbero ritornare a prima dello schiocco di Hulk. Al grido di “Un mondo, un popolo” mettono in discussione un governo talmente concentrato a pensare a chi è tornato, da dimenticarsi di chi non è mai andato via. Una missione che acquista maggiore risonanza nel momento in cui cadono le maschere e gli antagonisti svelano il loro volto.
Come quello di Helmut Zemo, o Barone Zemo, che finalmente vediamo a fine episodio. Insomma, questa volta un po’ d’azione c’è, e il nemico pure.

In conclusione, questo buddy movie diviso in episodi (solo sei per fortuna) stenta a decollare. Manca qualcosa. Manca la passione, mancano i “wow” persino nell’azione, manca uno scopo ben preciso. Possiamo solo aspettare venerdì prossimo, sperando di ricrederci su tutta la linea. Perché, la mia sarà anche una unpopular opinion, ma che noia!

Nell’attesa, andate a mettere un like su Instagram al nostro disegnino di The Falcon and The Winter Soldier: 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pianetini (@pianetini.it)

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Butta un occhio qui:

FUNKO

Dopo il finale della serie sono usciti gli ultimi funko…(spoiler!)

CINEMA

Ecco la lista completa. Buona visione!

FUNKO

In attesa del nuovo film Marvel sbirciamo le action figure del supereroe

CINEMA

La sceneggiatura è stata affidata a Malcolm Spellman e Dalan Musson

CINEMA

La conferma dall’attore premio Oscar