Seguici

Ciao! Sono L8-M9, il tuo droide personale. Cosa stai cercando?

Pianetini
the falcon and the winter soldier marvel disney
©Disney / Marvel Studios

SERIE TV

The Falcon and The Winter Soldier: Recensione 1×05

Può un penultimo episodio essere una narrazione di mezzo? Probabilmente non dovrebbe.

Tempo di lettura: 4 minuti

Finalmente anche il quinto episodio di The Falcon and The Winter Soldier è disponibile su Disney+. Con un finale degno di nota, la scorsa puntata ci aveva lasciato con un bel quantitativo di emozioni da metabolizzare. Ma, come ci ha insegnato questa serie, bisogna saper tenere a freno le aspettative. Nonostante le alte potenzialità, infatti, anche questo episodio dal titolo “Verità” ha un ritmo decisamente altalenante, risultando quasi un racconto di passaggio. Ma può un penultimo episodio essere una narrazione di mezzo? Probabilmente non dovrebbe.

ATTENZIONE: SPOILER OVUNQUE

UNO SCUDO, UN RETAGGIO

L’episodio riprende da dove ci eravamo interrotti la settimana scorsa. Lo scudo si è macchiato di sangue e Bucky non ci vede più dalla rabbia. È un oltraggio che non può sopportare. Ed eccolo, finalmente, uno degli scontri che abbiamo aspettato con ansia fin dal primo incontro con il nostro caro John Walker. Bello e cruento quanto basta. Uno scontro in cui, giocando di metafora, lo scudo non è più un’arma di difesa ma di attacco.  Ma, se mi è concessa ancora un po’ di polemica, mi sarei aspettata qualcosina di più. Non ai livelli della battaglia finale di Avengers: Endgame ovviamente, ma un po’ più di pathos forse sì. Anche se il braccio di John non sarebbe d’accordo con me. Insomma, per sconfiggere il cattivo bisogna sempre sfilargli qualcosa dal braccio sinistro. Strano.

LEGGI ANCHE > CAPTAIN AMERICA: IL NUOVO EROE LGBTQ+ A GIUGNO

Ma ora che abbiamo ripreso lo scudo, cosa ne facciamo? Questa sembra essere la domanda tardiva che i nostri eroi si sono posti. Dopo averlo ripulito letteralmente, Sam vorrebbe farlo anche metaforicamente, “riabilitandone” il simbolo. Prima di accettare una pesante eredità, però, deve capirne di più. Ritornando su una questione razziale mai veramente messa da parte, Sam fa visita a Isaiah Bradley. Perché, pur avendo le stesse potenzialità di Steve Rogers, la sua sorte è stata così diversa? L’ingenuità di Sam, ricorda molto quella dell’amico Steve. Vedere sempre il buono nelle persone è forse il compito più duro, ma allo stesso tempo così naturale, per un supereroe. Ed è forse lo stesso motivo per il quale, nella scorsa puntata di The Falcon and The Winter Soldier, tenta di dialogare con Karli, il capo dei Flag Smasher, invece di attaccare alla cieca. Come invece ha preferito fare il Fake Cap. Sam, d’altronde, non è solo l’Avenger. Ma è anche il paladino dei mutui che torna a casa per aiutare la famiglia. Ricordandoci che le guerre non si combattono solo per salvare il pianeta, ma anche per salvare la propria casa.

(B)ROMANCE AL VIBRANIO

Bucky, dal canto suo, deve chiudere un po’ di conti col passato. Iniziando da Zemo. Prendendosi una piccola rivincita, fa credere all’ex villain di volerlo far fuori. In realtà, come da accordi, lo affida alle Dora Milaje, che ringraziamo per aver avuto un ruolo così inutile. Se non fosse che Bucky, ormai innamorato perso di Sam, chiede loro una nuova e telefonatissima armatura per l’amico alato. Magari con l’aggiunta di un bel restyling d’ispirazione patriottica. Consegnato il regalo, ha inizio quella che ho chiamato la fase “Ma adesso si baciano?”. Da una travagliata bromance è nata una bellissima storia fatta di battutine e dispettucci su una barca attraccata a un molo. Scherzi a parte, finalmente sembra essere nato un bel feeling tra i due. Ne è testimone la scena in cui giocano con lo scudo, come fossero due bambini che giocano con una palla. Sanno che ad un certo punto si dovranno salutare, ma sanno anche che si vedranno di nuovo per giocare insieme.

LEGGI ANCHE > MOON KNIGHT: OSCAR ISAAC E ETHAN HAWKE A ZONZO PER BUDAPEST

U.S. AGENT IS COMING TO TOWN

E mentre Karli stringe alleanze in giro per il mondo, e dopo aver perso lo scudo, John Walker aka Non-sarò-mai-come-il-mitico-Steve perde anche l’appoggio del Paese che ha servito per tutta la vita. Ma non le manda di certo a dire con una sfuriata degna di mia mamma quando combino qualcosa. Ad aumentare il suo senso di smarrimento, arriva a fargli visita un personaggio ben noto a chi ha una buona infarinatura dei fumetti Marvel.

La contessa Valentina Allegra de la Fontaine, interpretata dalla sei volte vincitrice di un Emmy Julia Louis-Dreyfus (Veep). Uno dei membri più noti dello S.H.I.E.L.D., storico braccio destro di Nick Fury. Dalla parte dei buoni in tutto il multiverso Marvel. Persino quando deve allontanarsi temporaneamente dall’agenzia nella saga Nick Fury Vs. S.H.I.E.L.D., entra a far parte della CIA. Cosa vorrà mai dal nostro John? Abbiamo una teoria. Che un personaggio del genere, sempre se mantenuto intatto dalle pagine dei fumetti, sia interessato al fatto che John Walker abbia preso il siero, ci pare un po’ strano. Ci è venuto quindi il sospetto che possa essere lei la misteriosa Power Broker. Ma se così fosse, si discosterebbe completamente dal suo personaggio nei fumetti. E allora è possibile che sia sotto copertura per lo S.H.I.E.L.D. proprio nei panni di Power Broker. Cosa che potrebbe spiegare anche la presenza di Sharon Carter a Madripoor. Ma queste, ovviamente, sono solo ipotesi che verranno distrutte nella prossima ed ultima puntata di The Falcon and The Winter Soldier.

NELLA FINE È IL MIO PRINCIPIO

John Walker, dal canto suo, è più cocciuto di un mulo e pensa bene, nella tanto attesa scena post-credits, di costruirsi uno scudo di banale metallo per vestire finalmente i panni di U.S. Agent, il suo vero alter ego. Come se la possa cavare il suo scudo contro l’originale fatto di vibranio, non ce lo sappiamo proprio spiegare. Soprattutto ora che il nostro Sam Wilson si sta allenando come il grande Roky Balboa per poi chiudere l’episodio con l’apertura della valigetta contenente la nuova super tuta in pieno stile Pulp Fiction. A questo punto che dire, speriamo che non sia un finale alla Lost.

Ecco un tweet che potrebbe darci un’idea della nuova armatura di Falcon:

 

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Butta un occhio qui:

FUNKO

Dopo il finale della serie sono usciti gli ultimi funko…(spoiler!)

CINEMA

Ecco la lista completa. Buona visione!

FUNKO

In attesa del nuovo film Marvel sbirciamo le action figure del supereroe

CINEMA

La sceneggiatura è stata affidata a Malcolm Spellman e Dalan Musson

CINEMA

La conferma dall’attore premio Oscar