Seguici

Ciao! Sono L8-M9, il tuo droide personale. Cosa stai cercando?

Pianetini
the falcon and the winter soldier marvel disney
©Disney / Marvel Studios

SERIE TV

The Falcon and the Winter Soldier: Recensione 1×01

Abbiamo visto la prima puntata e vi diciamo cosa ne pensiamo de ‘Il nuovo ordine mondiale’

Tempo di lettura: 3 minuti

WandaVision è finito due settimane fa, lasciandoci pieni d’hype in vista dell’uscita su Disney+ di The Falcon and The Winter Soldier. Noi abbiamo visto la prima puntata e vi diciamo cosa ne pensiamo.

 

ATTENZIONE: SPOILER OVUNQUE 

PRIME IMPRESSIONI

L’episodio parte con una scena d’azione degna dei film della Marvel, anche il minutaggio sembra dare ragione all’eredità cinematografica che questa serie vuole raccogliere. Certo, la scena nel canyon ricorda moltissimo Star Wars: La minaccia fantasma, e ci ha entusiasmati allo stesso modo: poco, pochissimo. È parsa, semplicemente, come la “quota azione” che doveva essere inserita per contratto.
Perché, proseguendo nella visione, non ci saranno molte altre scazzottate. Ritroviamo, invece, lo stesso processo introspettivo sui protagonisti già sperimentato in WandaVision.
In questa serie, si rivela quanto mai necessario approfondire due personaggi che, fino a questo momento, hanno fatto da spalla ad un eroe ormai scomparso. Raccogliere l’eredità, del nome e dello scudo, non sarà certo facile per due persone che combatto ancora i loro demoni, interiori e quotidiani.

the falcon and the winter soldier

©Disney / Marvel Studios

LEGGI ANCHE > THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER: TRAMA E CAST

SAM WILSON – FALCON

“I simboli sono vuoti, senza le persone che danno loro un significato”, queste le parole di Sam Wilson (Falcon) che non riesce ancora a sostenere il peso morale e simbolico dello scudo. Perché Sam ha bisogno di riadattarsi alla vita, alla società, alla quotidianità. Che sia voluto o meno, il percorso di Sam, nella ricerca di un prestito e di un modo per andare avanti aiutando la sua famiglia dopo averla abbandonata tra uno schiocco e un altro, è un po’ quello che stiamo vivendo noi oggi. Cercare di adattarsi ad un mondo diverso, ferito, le cui regole sono state cambiate.
Certo, il riferimento al “blip” e alla scomparsa di Sam per cinque anni, erano scontati. Quasi quanto il viaggio nei ricordi tra i corridoi del museo in compagnia di un improbabile cameo di War Machine. Forse avanzavano scene da Captain America – The Winter Soldier?! Chissà.

LEGGI ANCHE > THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER: LO SCUDO DI CAPTAIN AMERICA APPARE IN TUTTO IL MONDO (ANCHE A ROMA)

JAMES “BUCKY” BARNES – WINTER SOLDIER

Un sogno-flashback di Bucky, invece, ci ricorda i tempi in cui lavorava per l’HYDRA (e anche qui un piccolo recap per lui è stato fatto). Per ottenere la grazia del governo, deve frequentare regolarmente un’analista che, diciamolo, tutti vorremmo fosse così. Schietta, senza peli sulla lingua e senza paura di dirci quando stiamo facendo una stupidagine. Il rapporto tra i due ci piace molto e fa uscire fuori un lato ironico di Bucky che non conoscevamo.
Se il viaggio di Sam è alla ricerca di una stabilità, quello del Soldato d’Inverno è anche un viaggio alla ricerca di se stesso e di uno scopo. Per il momento vuole redimersi da quella che è stata la sua precedente vita, ma è solo.
Il peso che si porta dentro è un fardello per cui fare ammenda, forse, non basta. L’unico amico che abbia Bucky è un senso di colpa che non riesce ad espiare. Sicuramente, confessare i propri peccati è più difficile quando hai 106 anni e un passato da killer dell’HYDRA.

IN ULTIMA ANALISI

Forse perché troppi carichi di aspettative dopo il finale di WandaVision, a una prima occhiata The Falcon and The Winter Soldier è parso decisamente sottotono, a tratti noioso.
Ma, se vogliamo dare una chance a questa serie, possiamo sperare che il primo episodio sia stato il classico pilot introspettivo che ci mostra la natura umana dei supereroi approfondendo due personaggi rimasti finora in secondo piano. Un tuffo nella vita privata di chi indossa una maschera. E allora, sotto quest’ottica, ci pare quasi normale che mentre uno cerca di ottenere un prestito per mantenere l’attività di famiglia, l’altro vada dall’analista per risolvere un secolo di casini mentali. Mentre, quasi in sordina, ci viene introdotto un possibile villain di questa serie, il gruppo anarchico dei Flag Smasher, che brama un mondo unito e senza confini.
Non ci resta che aspettare una settimana per vedere cosa combineranno i nostri eroi, nel frattempo vi lasciamo con il nostro disegnino in onore dell’uscita di questa nuova serie Marvel Studios.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pianetini (@pianetini.it)

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Butta un occhio qui:

FUNKO

Dopo il finale della serie sono usciti gli ultimi funko…(spoiler!)

CINEMA

Ecco la lista completa. Buona visione!

FUNKO

In attesa del nuovo film Marvel sbirciamo le action figure del supereroe

CINEMA

La sceneggiatura è stata affidata a Malcolm Spellman e Dalan Musson

CINEMA

La conferma dall’attore premio Oscar