Seguici

Ciao! Sono L8-M9, il tuo droide personale. Cosa stai cercando?

Pianetini
casa streghe
©Massimiliano Timo

SERIE TV

STREGHE: SONGS’ TRAUMA. CAMBIANO LE CANZONI NEL REMASTERING

Tempo di lettura: 3 minuti

Vi ricordate le sorelle Halliwell? Il potere del Trio? Si, Streghe. La serie Tv con Holly Marie Combs (Piper), Alyssa Milano (Phoebe), Shannen Doherty (Prue) e Rose McGowan (Paige), andata in onda dal 1998 al 2006 (in Italia dal 1999) che ci ha fatto sognare di possedere quale misterioso potere soprannaturale.
Charmed negli USA, un titolo che in Italia non siamo mai riusciti a capire o tradurre più di tanto (ammaliato? Bhà!).

Oggi vi sveleremo quali brutti segreti si celano dietro un cult che abbiamo amato e che ci ha accompagnato durante la crescita.

(DOBBIAMO SCRIVERE SPOLIER ALERT ANCHE PER UNA SERIE CHE SI È CONCLUSA 15 ANNI FA? OK, SPOLIER ALERT!!!)

Partiamo dalla fine, l’8° stagione. Nel 2006 la rete, al tempo la WB, decise di tagliare il budget alla serie. UN BEL REGALO PER LA STAGIONE CHE DOVEVA CORONARE QUASI 10 ANNI DI MAGIA. Questo comportò la totale e ingiustificata esclusione dal cast di Dorian Gregory (Darryl Morris, il poliziotto che ha sempre aiutato le sorelle) e la parziale, ridicola, e quasi letterale, ibernazione di Brian Krause (Leo, come se lui e Piper non ne avessero passate già abbastanza a causa dei demoni e soprattutto degli Anziani).

Già qui a molti di noi venne da storcere il naso perché hanno silurato due personaggi che ci avevano conquistato per aggiungerne due totalmente nuovi, proprio nell’ultima stagione: Kaley Cuoco (Billie Jenkins in Streghe, Penny in The Big Bang Theory) e Marnette Patterson (Christy Jenkins). Questa coppia di nuove sorelle streghe è stata concepita dagli showrunner come il “Potere Supremo”, e rappresentano la battaglia finale che le sorelle Halliwell sono chiamate ad affrontare, quasi a concludere le loro carriere soprannaturali. WTF?! Riferimenti nelle stagioni precedenti, tipo???

E visto che ormai le idee erano agli sgoccioli infiliamo l’ennesimo demone già sconfitto come villain principale della serie, ergo la Triade.

Sorry, questo è un lusso che può permettersi solo Barbas (interpretato dal magistrale Billy Drago, purtroppo scomparso di recente) il demone più divertente, terrificante e figo di tutti.

barbas

Ma perché siamo partiti dalla fine? Perché il seme del SONGS’ TRAUMA si annida proprio nell’8° stagione: CAMBIANO LA SIGLA DI STREGHE.
Il pubblico italiano non lo notò subito perché allora Rai2 (che ha trasmesso la serie dall’inizio alla fine, qui la storia di come arrivò in Italia)per qualche misterioso motivo lasciò la storica How soon is now? dei Love Spit Love.

I fan più accaniti (presente!) ovviamente non rinunciarono a comprare il DVD e BAAAAAM. Parte la sigla, PARTE IL TRAUMA (ascolta la sigla ufficiale dell’8° stagione).
Un vero CHOC! Non tutti sanno che la cover dei Love Spit Love fu scelta non solo per il testo ma per il rimando, noto ai più malati, al film “genitore” della serie, Giovani Streghe (The Craft, minuto 11:19).
Per gli appassionati degli anni ‘90 e della cultura New Age questo film rappresenta un imperdibile cult.

Ma non è finita! Con il remastering della serie in Blu-Ray (per ora delle prime due stagioni, ovviamente non in italiano) HANNO CAMBIATO TUTTE LE CANZONI ALL’INTERNO DEGLI EPISODI.

Ce ne siamo accorti quando Rai2 (brava!) ha deciso di interrompete la messa in onda del Reboot (parleremo di questo scempio in un altro articolo) per trasmettere Streghe in HD. E di recente Prime Video ha aggiunto nel proprio catalogo il remastering della serie.

TRAUMA.

Chi di Streghe ha fatto una seconda casa, chi ci è cresciuto e ha voluto conoscere più o meno quasi tutto della serie non poteva non accorgersi di questo cambiamento, negli episodi c’era qualcosa che non tornava, che stonava. Le canzoni appunto.

Vi lascio un esempio significativo: il funerale di Prue (4×01, Il ritorno del Trio).
Vi ricordate quale canzone struggente scelsero? Una melodia dal suono wiccan, un sottofondo perfetto per accompagnare le parole della sacerdotessa nel celebrare la nuova vita di Prue.

Ora abbiamo questa:

Nulla togliere, ci mancherebbe, ma una canzone del 2010 per una serie di fine anni ’90 fondata sulla cultura Wicca e New Age ci sembra un imperdonabile errore. Un pasticcio culturale e uno schiaffo sulle orecchie.

MA COSA È SUCCESSO? Mistero. Sull’internet non si trova nulla, neanche sui siti statunitensi. Chiedendo a qualcuno del settore abbiamo ricevuto come risposta: “probabilmente sono scaduti i diritti e non li hanno rinnovati per il remastering”.
NON LO ACCETTIAMO! Se questo fosse vero sarebbe l’ennesimo maltrattamento ad una serie cult che vanta anche il premio, conferito dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, come serie più longeva della storia con tutte protagoniste femminili. Tristissimo.

Non vogliamo essere polemici ma:

  • La morte di Prue (vero trauma adolescenziale per molti di noi);
  • Nessuna apparizione, neanche come spirito, di Prue;
  • La CW (che ora detiene i diritti della serie) probabilmente non rinnova i diritti delle canzoni;
  • Sempre la CW prosegue il FLOP REBOOT infischiandosene di quella che Phoebe stessa (Alyssa Milano) ha definito su Twitter la “fanbase più fedele del pianeta”.

 

 

QUANTO ANCORA DOBBIAMO SOPPORTARE NOI FAN???

Ah, dimenticavo #BRINGBACKTHEORIGINALCAST #STOPCHARMEDREBOOT

 

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Butta un occhio qui:

SERIE TV

La serie animata in onda su Amazon Prime Video ci ha lasciati a bocca aperta

CINEMA

Ecco la lista completa. Buona visione!

TV

Fedez e Mara Maionchi ci hanno preso in pieno

CINEMA

Tutti, ma proprio tutti, i film Marvel in ordine cronologico. Inclusi quelli non presenti su Disney+

SERIE TV

La puntata di "Grey’s Anatomy" che ha fatto sognare i fan di "Streghe". Moltissimi i rimandi alle sorelle Halliwell